Nel 2021 le emissioni di gas serra aumenteranno dello 0,3%

by | Jul 26, 2021 | Ambiente | 0 comments

Durante i primi mesi di pandemia, che hanno coinciso con un lockdown generalizzato, abbiamo assistito agli effetti positivi sull’ambiente di un arresto molto consistente delle attività antropiche, con relativo calo delle emissioni di CO2 nell’atmosfera

Purtroppo, come sostenuto dagli esperti del settore, si trattava solo di un’illusione temporanea, una piccola parentesi in un percorso tutt’altro che roseo, come suggeriscono i primi dati disponibili per il 2021 raccolti da ISPRA

Approfondiamo insieme. 

Aumento delle emissioni dello 0,3%

Secondo le prime rilevazioni comunicate dall’ISPRA, quest’anno ci si attende un incremento delle emissioni di gas serra a livello nazionale, come conseguenza della ripresa delle attività economiche. 

“Tale andamento conferma la necessità di modifiche strutturali, tecnologiche e comportamentali che riducano al minimo le emissioni di gas serra nel medio e lungo periodo. Si conferma, in linea generale, il disaccoppiamento tra l’andamento delle emissioni e la tendenza dell’indice economico.”

Infatti, nel 2021 le emissioni sul territorio nazionale sono previste superiori dello 0,3% rispetto al 2020 a fronte di un incremento previsto del PIL pari all’1,9%.

Emissioni e crescita economica

Perché si parla di disaccoppiamento tra l’andamento delle emissioni di gas serra e l’indice economico

Come si legge nel documento di Analisi dei dati trimestrali 2021 1° trimestre, la stima tendenziale delle emissioni in atmosfera di gas serra si propone di verificare la dissociazione tra attività economica e pressione sull’ambiente naturale

Il decoupling (disaccoppiamento) si verifica quando in un dato periodo il tasso di crescita della pressione ambientale (ad esempio emissioni di gas serra) è inferiore a quello dell’attività economica (ad esempio, il PIL) che ne è all’origine.

Cosa vuol dire in parole semplici? Con questi studi si cerca di capire il legame tra andamento del nostro impatto ambientale e la crescita economica, e come si influenzano a vicenda. 

Semplificando ancora, se la crescita economica si traduce in un aumento delle emissioni proporzionale

I dati hanno dimostrato che questo non è avvenuto, perché le emissioni sono aumentate di meno rispetto alla crescita economica, misurata con il PIL. 

I dati relativi ai vari settori produttivi

Secondo i dati ISPRA, per alcuni settori si prevede un incremento delle emissioni come per l’industria (2,7%) e il riscaldamento domestico (1,5%)

La riduzione delle emissioni avviene, invece, nei settori della produzione di energia (- 1,4%), e trasporti (- 0,9%)

Per la produzione di energia elettrica nel primo trimestre 2021 è stata registrata, rispetto allo stesso periodo del 2020, una crescita della domanda di energia elettrica pari al 2,2%, soddisfatta prevalentemente dalla produzione idroelettrica. 

Di conseguenza, si è avuta una riduzione della produzione di energia termoelettrica pari all’1,3%

La produzione industriale è aumentata nel primo trimestre del 2021 del 9,7 % in confronto allo stesso periodo del 2020. 

Per quanto riguarda i trasporti su strada i consumi di benzina, gasolio, e GPL sono diminuiti nei primi tre mesi del 2021 rispettivamente del 6%, 1% e 17% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. 

I consumi di gas per il riscaldamento domestico e commerciale sono aumentati del 2,5% nel primo trimestre 2021 rispetto allo stesso periodo del 2020.

Per tutti i dati, si può consultare la seguente tabella.

emissioni gas serra 2021

ATTENZIONE:
Le informazioni qui riportate hanno carattere divulgativo e orientativo, non sostituiscono la consulenza medica. Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai lettori, sulla base dei dati e delle informazioni qui riportati sono assunte in piena autonomia decisionale e a loro rischio.

Segui FASDA su Facebook